Silvia Longhi
Fotografia

C-house

Recuperare e ampliare una porzione di una bella abitazione dei primi anni ottanta, dalle proporzioni equilibrate, caratterizzata da un lungo tetto a due falde e distribuita su tre livelli.

“Un intervento su misura per una giovane famiglia con due figli che necessitava di spazi più ampi e maggiori aperture verso il giardino, da sempre molto curato.
La cucina è stata completamente ripensata dal punto di vista funzionale e incastonata in un nuovo spazio, ribassato rispetto alla quota principale e ricavato dalla volumetria disponibile di un garage doppio. In questo modo si presenta come un piccolo oggetto monolitico e cromaticamente in continuità con il basamento del caminetto che caratterizza la zona giorno. La composizione è strutturata sulle diagonali, in modo da ampliare visivamente gli spazi e sulla scelta di pochi materiali che donano unitarietà al tutto.”

www.exitstudio.it

Il volume in cemento costituito dal basamento del camino conferisce carattere al soggiorno e al tempo stesso continuità al percorso che conduce alla cucina. Anche il volume della cappa contribuisce a mantenere questa continuità e termina nel soggiorno con una libreria nera incastonata in esso.
Gli spazi esterni sono stati ripensati in continuità e coerenza con l’edificio esistente attraverso tre gesti. Una ampia vetrata che definisce un rapporto visivo tra cucina e giardino, uno spazio esterno in doghe in legno composito che ripiegando in facciata genera uno spazio di sosta in giardino e la scelta di semplici cordoli stradali in calcestruzzo prefabbricati inseriti nel terreno, in modo da rendere carrabile l’accesso al garage e percorribile il viale d’ingresso, garantendo una alto livello di permeabilità del suolo.
Progetto: EXiT architetti associati