Silvia Longhi
Fotografa

Punctum – I racconti dei fotografi

Questo è Punctum, io sono Silvia Longhi e questo non è solo un podcast di fotografia.

Punctum è un podcast che racconta quello che i fotografi hanno vissuto durante la realizzazione dei loro reportage. 
Per R. Barthes il Punctum, in una fotografia, era quell’elemento che “partendo da una scena, come una freccia, mi ferisce”. 
Allo stesso modo, alcuni avvenimenti segnano profondamente chi li fotografa. 
I racconti di questi eventi si fondono con l’approfondimento dei reportage che i fotografi stavano realizzando quando li hanno vissuti, e che costituiscono il punto di partenza e quello di arrivo di ogni puntata.
Un podcast narrativo che parte dalle fotografie per portarti molto più lontano: dentro le esperienze di chi le scatta.
Scritto e realizzato da Silvia Longhi sulla base delle storie dei fotografi coinvolti.

Come alcune fotografie animano lo spettatore, così alcuni incontri o eventi segnano chi li fotografa.

Punctum è un podcast che ascolta e racconta le storie dei fotografi. Non semplicemente le storie che ci sono dietro alle fotografie, ma quelle storie che i fotografi si portano dentro, anche molto tempo dopo aver realizzato gli scatti con cui ci raccontano il mondo. Ti racconterò ciò che alcuni fotografi hanno vissuto durante la realizzazione dei loro reportage. Storie di incontri, di momenti, e di eventi che li hanno in qualche modo segnati o persino cambiati. 

Il critico Roland Barthes aveva definito “punctum” un elemento che c’è solo in certe fotografie e che se pure non sempre si può individuare razionalmente, è decisivo, tale da custodire il cuore di tutta l’immagine. È ciò che riesce a suscitare quel senso di verità e di turbamento che solo alcune fotografie sanno darci. Il punctum è nello scatto, ma ci porta al di fuori di esso, consegnandoci un’esperienza tanto preziosa quanto inattesa di comprensione e conoscenza della scena a cui stiamo assistendo.

In un modo simile, ai fotografi capita di vivere sul campo esperienze da cui rimangono loro stessi segnati – in modo altrettanto inaspettato. La realizzazione di un reportage fotografico implica di stare fisicamente di fronte a una persona, davanti a un paesaggio, nel mezzo degli eventi. Eppure non tutto ciò a cui si assiste pesa allo stesso modo sul piano personale. Tra tutte le storie in cui si immergono ce n’è sempre una che li sbilancia di più e li coinvolge particolarmente, come alcuni scatti fanno con chi li guarda. In questo Podcast andrò in cerca delle storie che vanno oltre la realizzazione del reportage, che però sarà sempre il nostro punto di partenza. Perchè in fondo, è anche un podcast di fotografia.

E00: Punctum – Trailer

Cos’è Punctum e come ho scomodato Roland Barthes per raccontarvi le storie che i fotografi vivono sul campo. Io sono Silvia e questo non è solo un podcast di fotografia.

E01: PIERPAOLO MITTICA – GLI STALKER DI CHERNOBYL

Il fotografo di reportage Pierpaolo Mittica entra nella zona di esclusione di Chernobyl in compagnia di guide molto particolari. Dopo più di 20 anni di lavoro sul disastro nucleare e le sue conseguenze, la centrale torna a sorprenderlo con un viaggio dei più coinvolgenti nella sua esperienza di fotogiornalista. Un racconto che parte da Tarkovskij e arriva alla città fantasma di Pripyat, per lasciare spazio infine all’intervista con il fotografo. 

I GRAZIE

Per le musiche ringrazio i Capitan Guepiére che hanno creato la prima sigla quando ancora questo podcast esisteva solo come idea. Il lavoro di sonorizzazione è stato fatto insieme a Massimo Antoniazzi, mentre il master è stato curato dallo studio Soundkode di Padova (Marco Bonutto). Il progetto grafico è stato curato da Carin Marzaro partendo dalla mia giungla di idee. L’animazione video è opera di Playpics alias Ernesto Zanotti, animator e motion designer.