Silvia Longhi
Fotografa

The Barn: progettare con la luce

Struttura e i tagli di luce richiamano i fienili del Nordamerica. Spesso vecchie tavole di legno lasciano entrare raggi di luce, raggi che qui diventano il punto di partenza di un progetto che gioca con l’idea che la luce per entrare non abbia bisogno di finestre. Il progetto di un garage diventa l’occasione di progettare partendo quindi proprio dalla luce. Le grosse fessure lasciate appositamente tra le travi illuminano in modo originale uno spazio nato per essere funzionale.

Barch, questo è il nome tipico degli annessi agricoli pertinenze dei fondi della vallata feltrina. Barn house, nome dell’altrettanto tipico fienile d’oltroceano

“Il progetto si pone come mediazione tra questi due elementi semplificandoli in due istantanee: da un lato l’interno utilizza una struttura simile alle barn house, dall’altro l’utilizzo del legno lasciato libero di raggiungere i colori che il naturale deperimento produce sotto l’azione degli agenti atmosferici ricorda i colori dei vecchi barch.” Arch. Simone Bianchi

About me

About me

Silvia Longhi (1984, TV) vive e lavora in Italia come fotografa. Affianca all'attività commerciale una ricerca nell'ambito del reportage, che sviluppa attraverso viaggi all'estero e ricerche personali